Il 38% degli italiani ha un difetto visivo non corretto

E’ il dato preoccupante diffuso in una recente conferenza stampa:  il 38% degli italiani non vede bene e addirittura non ha ancora corretto il problema visivo da cui è affetto. La Fondazione ANIA ha effettuato una iniziativa di prevenzione itinerante – chiamata Street Health Tour durante la quale sono stati effettuati oltre 6400 check-up gratuiti in una ventina di città italiane a partire dal 2017 (raccogliendo i relativi dati): dai controlli oculistici a quelli dell’udito, passando per una verifica di tipo cardiovascolare, polmonare e dei riflessi.

Per quello che riguarda la vista più di un italiano su 3 sa di non vedere bene ma ‘si tiene il problema’ perché non può affrontare il costo di una visita o degli occhiali che servirebbero a migliorare la propria visione.

Sono ben tredici milioni gli italiani che si curano in ritardo o non si curano affatto a causa di problemi di accesso alla sanità pubblica, difficoltà economiche, e problemi a raggiungere gli ospedali per quelli che vivono nelle regioni rurali o isolate. Si tratta spesso di persone anziane, con difficoltà a muoversi in autonomia.