Tumore all'occhio, sviluppata nuova tecnica di diagnosi.

Lo hanno messo a punto alcuni ricercatori australiani, è un metodo non invasivo perLo hanno messo a punto alcuni ricercatori australiani, è un metodo non invasivo perdiagnosticare il tumore che colpisce la superficie oculare. Il nuovo metodo potrebbediminuire il numero di biopsie e il ritardo nell’inizio della terapia, rendendo più efficaci itrattamenti.Benchè poco conosciuta la OSSN, neoplasia squamosa della superficie oculare è unacondizione non così rara che interessa sia la cornea che la congiuntiva.Il nuovo dispositivo diagnostico unisce un microscopio a tecniche computerizzate diintelligenza artificiale allo scopo di distinguere il tessuto malato da quello sano grazie ad unascansione in tempo reale.Un vantaggio se si pensa che i sintomi di questo tipo di neoplasia possono manifestarsianche solo in fase avanzata, ritardando il trattamento. Quando la lesione è troppo avanzatainfatti il rischio è di dover asportare l’occhio condannando il paziente a invalidità e cecità.La nuova tecnica, descritta sulla rivista The Ocular Surface Journal analizza la luce riflessada particolari cellule dell’occhio che hanno una particolare ‘firma’ e che grazie ad unalgoritmo sono sottoposte ad una analisi efficiente per valutarne il corretto funzionamento oanomalie che svelano la malattia.